La Puglia è tra le regioni italiane più infestate dalla
zanzara tigre. L’insetto, il cui morso provoca prurito e irritazione, è
presente in tutte le province: nei prossimi giorni le città saranno colpite
dall’indice potenziale di infestazione più alto.

Il codice rosso è scattato anche in Umbria e Basilicata,
regioni interamente prese d’assalto.

La zanzara tigre è lunga dai 5 ai 10 millimetri e
vistosamente tigrata di bianco e nero. E’ un insetto attivo durante il
giorno, sviluppatosi negli ambienti urbani, quindi sempre a contatto con l’uomo
verso cui dispone un’elevata aggressività. L’aedes albopictus, nota appunto
come zanzara tigre, può trasmettere anche virus ed epidemie, ma è inoltre
importante nella medicina veterinaria.

Spread the love