Un uomo di 45 anni è stato
arrestato dagli agenti della Polizia di Stato a Bari. Giuseppe Milella avrebbe
tentato di uccidere con alcune coltellate un vicino di casa. L’episodio risale
al 25 luglio: il 45enne ha colpito la vittima durante un litigio. I fendenti
sferrati all’addome e al torace hanno provocato gravi ferite all’uomo che è
stato sottoposto ad un delicato intervento chirurgico.
La sera dell’aggressione la moglie di Milella – secondo quanto accertato dagli
investigatori – avrebbe aggredito con violenza la consorte della vittima
accusandola di fare abbaiare di proposito il proprio cane al solo scopo di
infastidirla. Nel corso del diverbio sono intervenuti i rispettivi coniugi e il
litigio è degenerato nell’accoltellamento. Subito dopo l’aggressione Milella si
è allontanato con la moglie facendo perdere le tracce. Gli uomini delle Volanti
e della Squadra Mobile della polizia hanno avviato subito le indagini riuscendo
a seguire distanza i suoi spostamenti e bloccandolo poi nei pressi di una
rimessa dove svolge lavori occasionali. Come emerso dalle indagini, supportate
da attività tecniche e dall’escussione di numerosi testimoni, i motivi
dell’aggressione, sono riconducibili a screzi, risalenti anche ad anni
precedenti, dovuti a un pessimo rapporto di vicinato.

Spread the love