La Corte di Appello di Bari ha confermato la condanna
alla pena di 3 anni di reclusione per il 30enne di Altamura Giuseppe Difonzo, accusato di
violenza sessuale nei confronti di una 14enne. L’uomo avrebbe violentato la
minore durante uno dei ricoveri di sua figlia di 3 mesi, che lui stesso –
secondo l’accusa – avrebbe poi ucciso soffocandola nel sonno nella notte
fra il 12 e il 13 febbraio 2016.

Il processo per l’omicidio premeditato della
bambina è attualmente in corso dinanzi alla Corte di Assise. I fatti relativi
alla violenza sessuale risalgono al 6 gennaio 2016. L’uomo, approfittando del
ricovero della figlia che era in ospedale con la moglie e con una sua amica che
era andata a farle visita, la madre della 14enne, avrebbe convinto la ragazzina
ad andare a casa con lui, e dove l’avrebbe violentata.

Per la violenza sessuale Difonzo è
stato arrestato il 9 aprile 2016 ed è stato processato in primo grado con il
rito abbreviato. Nel novembre successivo, poi, gli è stata notificata un’altra
ordinanza di custodia cautelare in carcere per l’omicidio della figlia ed è
tuttora detenuto in carcere.

Spread the love