“Le instabilità
articolari” e “Le Aging Fractures” saranno i due principali argomenti
affrontati nel corso del 103° Congresso Nazionale della Società Italiana di
Ortopedia e Traumatologia (SIOT) che si terrà a Bari dal 9 al 12 novembre. L’evento,
che torna nel capoluogo pugliese dopo 34 anni, rappresenta un’occasione unica
di confronto tra le varie scuole di ortopedia e si   si
avvarrà del contributo di circa 3.000 ortopedici e traumatologi nazionali ed
internazionali.

Le instabilità
articolari sono un capitolo di grande importanza ed oggi, grazie al
miglioramento delle tecniche, all’approccio multidisciplinare e al “timing” di
trattamento, è possibile recuperarne la funzione in situazioni che, in passato,
avrebbero probabilmente richiesto interventi più invasivi.

Altro tema sul
quale si concentrerà l’attenzione degli ortopedici sarà quello delle Aging
Fractures, (fratture da fragilità dei pazienti anziani) che rappresentano
spesso la conseguenza di una fragilità scheletrica secondaria in genere
all’osteoporosi. L’incremento dell’incidenza di questa malattia viene definita
come “epidemia silenziosa” perché spesso resta come una patologia sotto
diagnosticata e senza un adeguato trattamento farmacologico finalizzato alla
prevenzione delle fratture da fragilità.

“Nell’epoca in
cui internet offre possibilità di aggiornamento in tempo reale – spiegano i
presidenti del Congresso, prof. Biagio Moretti e dott. Vincenzo Caiaffa –
l’importanza di un congresso come questo è data dalla possibilità di
partecipare a incontri scientifici di livello e condividere con professionisti
di tutto il mondo esperienze umane e professionali per rispondere ad alcuni dei
dubbi che quotidianamente si presentano agli occhi di chi lavora”.

Il Congresso
prevede l’Efort Forum: importante luogo di confronto tra i migliori esperti in
Europa dedicato alle Complications Shoulder Instability, il tema porterà
soluzioni d’avanguardia nel trattamento della spalla. Sono previsti numerosi
simposi da cui potranno emergere interessanti novità e due tavole rotonde. Nella
prima, sabato 10, alle ore 14, un panel di specialisti farà chiarezza su quali
siano i comportamenti a cui attenersi per avere un corretto rapporto
informativo tra medici e pazienti; nella seconda, domenica 11, alle ore 11, la
tavola rotonda medico-legale sul tema: “Il buono, il brutto, il cattivo:
corrotti e corruttori”, punterà l’attenzione sulla trasparenza e le relazioni
tra ortopedici e aziende produttrici di protesi e dispositivi medici.

 

Spread the love