Cosa c’è di più buono e sano di un grande pane? Da queste
considerazioni nasce la nuova guida Pane&Panettieri d’Italia firmata Gambero
Rosso. Una guida che vuole essere un premio e un incoraggiamento per gli
artigiani che da anni hanno deciso di investire sul tema, un invito
all’assaggio per i consumatori “distratti”, uno stimolo, infine, per tanti
giovani: quello del fornaio è il mestiere più bello del mondo.  

Sono 350 le attività che raccontano lo stato dell’arte del
pane in Italia, attraverso tradizioni regionali, storie familiari, artigiani di
nuova e vecchia generazione e professionisti della lievitazione

Sono tre i panifici pugliesi citati nella guida: il
Panificio Adriatico (Bari), “Il Toscano” (Corato) e il panificio “Lula” a
Trani.

Il primo elemento valutato da chi ha redatto la guida è
stato il prodotto finito: il pane. Nel suo aspetto, nella sua
composizione, nel risultato finale, nelle sue caratteristiche e infine nella
sua durevolezza e conservazione. Ogni prodotto è stato valutato anche per il
risultato che desiderava raggiungere il panificatore, mantenendo equilibrio nel
gusto e nella consistenza. 

Spread the love