L’emicrania è un disturbo che colpisce ogni giorno un gran numero di persone e spesso è difficile trovare un rimedio indolore per risolvere il problema. I prodotti contenenti CBD stanno dando degli ottimi risultati anche nel trattamento di questi sintomi e sempre più persone testimoniano l’efficacia che l’assunzione di CBD ha nell’alleviare il dolore e limitare la comparsa del disturbo. I prodotti a base di cannabidiolo sono numerosi e per individuare quello perfetto per il trattamento, il consiglio è di rivolgersi al medico di base per capire la compatibilità del prodotto con la situazione clinica e poi informarsi da specialisti del settore in merito alla tipologia. Il prodotto di Enecta olio di CBD segue rigorosamente i protocolli previsti ed è costituito da materie prime di altissima qualità. In tal modo il rischio di avere degli effetti collaterali è nullo.  Effetti PositiviUn primo effetto positivo riscontrato dai fruitori del prodotto è il miglioramento della qualità del sonno e una diminuzione della frequenza degli attacchi di emicrania. Il dolore associato al disturbo si attenua e, quindi, si può vivere la quotidianità con maggior senerità.  Gli effetti sono sicuramente correlati all’azione antidolorifica del prodotto, che va ad agire sul sistema endocannabinoide umano e comincia sin da subito a regolarizzare i processi biologici. Gli studi sull’azione del CBD sull’emicrania sono ancora agli inizi,  tuttavia, secondo gli studi, esiste una correlazione importante con la produzione dell’anandamide, una sostanza presente nel corpo umano che agisce nel centro del dolore e inibisce l’insorgere dell’emicrania. L’olio di CBD infatti ne regolarizzerebbe la produzione, alleviando così la sofferenza e riducendo la frequenza. Dosaggio e TempisticheIl dosaggio del CBD non è unico per tutti, ma è correlato alla singola persona, perchè ognuno ha una differente risposta all’azione del prodotto. Per il trattamento dell’emicrania, è consigliato l’utilizzo quotidiano dell’olio di CBD, magari iniziando con l’assunzione di poche gocce del prodotto con la minima concentrazione. A seconda degli effetti che provoca, si può poi aumentare il dosaggio fino a calibrarlo perfettamente con l’organismo. Come per le tipologie di prodotto, anche le modalità di assunzione sono diverse: per avere un’azione più rapida, è preferibile assumere CBD in maniera sublinguale.Essendo un prodotto completamente naturale, non ha controindicazioni, a meno che non si assumono particolari medicinali che possano creare effetti collaterali. Il CBD infatti, a differenza del THC non contiene sostanze psicoattive e quindi non va ad alterare il sistema nervoso centrale provocando nel tempo dei danni. Secondo alcune testimonianze, con l’assunzione regolare di olio di CBD per almeno 8 mesi, il problema dell’emicrania si risolve ampiamente, eliminando completamente il dolore e riducendo drasticamente la frequenza del fenomeno.

Spread the love