La Puglia è la meta turistica preferita dagli italiani per
l’estate 2019. Lo sostiene l’Associazione nazionale Codacons, Coordinamento
delle associazioni per la difesa dell` ambiente e dei diritti degli utenti e
dei consumatori, che afferma che la Puglia è stata scelta dal 21% delle
famiglie, seguita da Sicilia, Toscana e Liguria.

“Si tratta – hanno dichiarato in una nota congiunta il
Presidente della regione Puglia Michele Emiliano e l’Assessore Regionale alla
Cultura e al Turismo Loredana Capone – di un risultato che premia il grande
sforzo di programmazione per un vero salto di qualità del turismo in Puglia”.

Secondo Codacons nella ripresa del turismo italiano che tra
giugno e agosto segna una spesa per le vacanze estive complessivamente di 25,4
miliardi di euro, con una crescita del giro d’affari del +5% rispetto al 2018,
la Puglia è stata la destinazione favorita dagli italiani e il numero di
cittadini che si è concesso una vacanza è aumentato del +41% rispetto a 10 anni
fa.

“Siamo molto soddisfatti – hanno evidenziato il Presidente
Emiliano e l’Assessore Capone – perché questi numeri raccontano innanzitutto la
straordinaria capacità dei pugliesi di accogliere e far sentire a casa i
turisti. È proprio di questi giorni la notizia di un post social scritto da una
giovane turista milanese stregata dalla Puglia, che ha raggiunto oltre mezzo
milione di persone. Anche gli operatori turistici stanno investendo molto in
qualità dei servizi e formazione del personale ed è evidente che anche le
politiche messe in campo dalla Regione Puglia nel corso di questi anni hanno
determinato questi risultati che ci confortano anche in termini di nuova
occupazione (+4% dal 2017 al 2018) in un settore trainante dell’economia
pugliese”.

“Stiamo investendo – hanno spiegato Emiliano e Capone – su
una Puglia che offra strutture ricettive migliori, che offra complessivamente
una migliore accoglienza nei centri storici, dove il restauro dei tanti
monumenti propone una Puglia ancora più bella. A questo si aggiunga il grande
lavoro fatto insieme ai Comuni e alle istituzioni per una programmazione di
eventi piccoli e grandi che punti ad avere turisti tutto l’anno. Le politiche
di destagionalizzazione sono risultate particolarmente vincenti e a tale
proposito è bene ricordare lo straordinario lavoro di Aeroporti di Puglia e le
connessioni con tutte le città nazionali e internazionali che aumentano di anno
in anno, producendo risultati straordinari”. Nei primi sette mesi del 2019,
infatti, tra Bari e Brindisi i passeggeri sono stati  4.603.691, in crescita del +10,8% rispetto al
2018. Ottimi risultati per la linea nazionale, in crescita del +5,9%, ma
soprattutto per la linea internazionale che con 1.711.822 passeggeri segna un
+20,73 rispetto ai primi sette mesi dello scorso anno”.

Spread the love