Il padre di un bambino di quattro anni, arrivato al pronto
soccorso di Molfetta, ha aggredito due dirigenti medici che si stavano prendendo
cura del piccolo. L’episodio è accaduto questa mattina: la famiglia è arrivata
all’ospedale e il bimbo è stato inviato a consulenza pediatrica presso l’ambulatorio
di Pediatria. Dopo la visita, il bambino è stato trasferito in un’altra sede
per gli approfondimenti clinico-diagnostici del caso.

Mentre il personale sanitario prestava l’assistenza del
caso al piccolo minore e predisponeva il trasferimento presso altra struttura
preventivamente contattata e idonea all’accoglienza del bambino, il padre,
cominciava a inveire pesantemente contro i presenti, accusando i medici di
perdere tempo prezioso e minacciandoli duramente. Contestualmente aggrediva
fisicamente i due dirigenti medici in servizio con calci e pugni e si scagliava
contro le suppellettili d’arredo del Pronto Soccorso, sollevando una scrivania
e facendo cadere a terra il computer.

Mentre altri operatori del Pronto Soccorso cercavano di
calmare il padre del minore, sono state allertate le Forze dell’Ordine che hanno
prontamente portato in caserma l’aggressore per i provvedimenti del caso. Nonostante
le condizioni successive all’aggressione, i medici hanno comunque garantito e
disposto il trasferimento del piccolo in altra struttura ospedaliera con
l’ausilio di altro medico che ne ha garantito l’assistenza durante il
trasporto.

Spread the love