Sono stati oltre 100 i personaggi dello spettacolo, delle
istituzioni, del giornalismo, dell’imprenditoria e della cultura italiana intervenuti
nelle 17 serate della 23ma edizione del Magna Grecia Awards & Fest,
quest’anno dedicato a Nadia Toffa, svoltosi tra l’ex Distilleria
Cassano e il teatro Rossini di Gioia del Colle (BA), il sagrato del convento di
San Francesco a Castellaneta (TA), con una tappa anche a Mottola (TA) a Casa
Isabella.

A 80 di loro, selezionati per il contributo alla società offerto
nell’ultimo anno attraverso la propria attività artistica,
civile o sociale, è stato conferito l’ambito Magna Grecia Awards, l’elegante
riproduzione di un uomo inginocchiato ma in equilibrio, a rappresentare la
resilienza al momento difficile e la volontà di ripartire.

Ripartenza testimoniata anche dal pubblico degli eventi che,
seppure contingentato per le precauzioni legate al Covid-19, ha partecipato con
entusiasmo alle 17 serate ricominciando a socializzare e a condividere le emozioni;
circa 3.000 le presenze in totale e posti esauriti ogni sera.

 

Il MGA è stata anche l’occasione per far conoscere ai numerosi
ospiti il territorio e le specialità culinarie della zona gioiese, oltre che le
spiagge di Castellaneta, frequentate negli scorsi giorni da tanti personaggi
famosi dello spettacolo, della cultura, dell’economia e della politica
italiana.

 

“È stata un’edizione, che ci ha travolti il cuore e l’anima e
che, solo quattro mesi fa, sembrava assurdo solo poterla immaginare – commenta
il Fondatore e Direttore Artistico Fabio Salvatore. Siamo orgogliosi non
solo di aver confermato il tradizionale appuntamento che ogni estate va in
scena, ma di essere riusciti, nel rispetto delle normative vigenti, quasi a
raddoppiare l’abituale durata del festival. Un grazie a tutti coloro che hanno
creduto in questo progetto e, in particolare, ai comuni di Gioia e Castellaneta,
alla Regione Puglia, a Puglia Promozione e al Teatro Pubblico Pugliese. Di
certo non abbiamo fatto la storia ma, di sicuro, abbiamo segnato la Puglia di
speranza, questo sì”.

 

Durante la kermesse Salvatore ha voluto omaggiare
tre donne del suo cuore con delle piccole opere d’arte su tela deò Nartist: a
Silvia Slitti, luxury party planner, un’opera di Cristina Mangini, a Lorella
Cuccarini un’opera di Albert Metasani, a Milena Vukotic un’opera di Carlo
Fusca. Nartist è ambasciatore culturale del Magna Grecia Awards, racconta il
potere dell’arte e l’importanza del mecenatismo collaborativo. La Galleria
Nartist ha scelto delle opere d’arte che richiamassero il tema del MGA 2020
“L’amore è un cerchio più forte della paura” e potessero ben rappresentare la
passione e l’energia degli ospiti premiati.

Ispirato dai valori e dagli ideali della cultura greca, il
Magna Grecia Awards è un premio istituito nel 1996 dal regista e scrittore
pugliese Fabio Salvatore insieme al papà Franco per valorizzare l’operato di
uomini e donne, figli di nuove forme culturali e comunicative; una serie di
riconoscimenti pensati e tributati in armoniche suggestioni a chi ha saputo
dare un contributo significativo alla società attraverso la propria arte. 

Spread the love