Cinquantamila fedeli con il Papa per pregare per la Pace in Medio Oriente. Il palco dove il Santo Padre pregherà per la pace insieme con i Patriarchi delle Chiese ortodosse e i Capi delle comunità cristiane del Medio Oriente, è già stato allestito in Largo Giannella, sul Lungomare della città. Il percorso del Pontefice è interamente transennato, e sono state eseguite bonifiche non soltanto lungo il perimetro del giro che farà Papa Francesco a bordo di un pulmino scoperto, ma anche nella città vecchia. Sono già attive le limitazioni alla circolazione e al parcheggio nelle strade interessate dalla visita. In tre edifici non lontani dal palco, una caserma, una scuola e il palazzo della Città Metropolitana, sono stati scaricati complessivamente tre tir contenenti bottigliette di acqua, libricini per seguire il momento di preghiera e cappellini per ripararsi dal sole, che saranno distribuiti domani dai volontari della Protezione civile. “Papa Francesco – sottolinea il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano – ci ricorda che il dialogo ecumenico non solo è possibile, ma è necessario. Viviamo tempi bui, dove la paura dell’altro rischia di farci precipitare nei precipizi del razzismo, della violenza, della solitudine e dell’indifferenza”. “Il dialogo nel rispetto delle differenze – aggiunge il governatore – è l’unico antidoto a chi cerca lo scontro tra civiltà. Dipende da noi. Questo ci suggerisce oggi Papa Francesco”.

Spread the love