Proiezioni,
incontri, presentazioni, condivisioni, ancora una volta il cinema è stato protagonista
a Massafra, in provincia di Taranto, grazie al festival Vicoli Corti – Cinema di
Periferia, che ha visto una grande partecipazione di pubblico per le quattro
serate in programma e anche per l’appendice dedicata ai più piccoli, Vicoli
Corti Junior.

A
caratterizzare la manifestazione, per questa tredicesima edizione, è stato il
colore rosso, segno dell’umanità, della passione, del sangue, che unisce i
popoli. Organizzato
dall’associazione culturale Il Serraglio, presieduta da Michele Oliva, e con la
direzione artistica di Vincenzo Madaro, Vicoli ha animato il centro storico di Massafra,
con le caratteristiche proiezioni in piazzetta Santi Medici, sul grande schermo
di calce bianca.  

Il presidente Oliva
commenta così l’edizione appena conclusa: “L’Associazione Culturale “Il
Serraglio” persegue l’intento di creare un sistema integrato tra le diverse
arti e mestieri del mondo dello spettacolo dal vivo, credendo che questa sia la
strada per muovere la crescita economica e culturale di una città e cercando
attraverso la collaborazione pubblico-privato di giungere a quegli effetti
moltiplicatori di benessere collettivo che questi eventi possono produrre. Il Serraglio ha
offerto cinema, intrattenimento ed approfondimenti, che in tanti aspettano,
facendo vivere piacevoli momenti nel cuore del centro storico di Massafra
presso la decantata piazzetta Santi Medici. Giunto alla tredicesima
edizione, il festival Vicoli Corti, ha visto la partecipazione di attori
registi e operatori della scena del cinema italiano emergente; ed ancora Vicoli
Corti Junior spazio dedicato a bambini e genitori con giochi, letture,
spettacoli teatrali, e film di animazione, e tutti gli eventi sono stati sold
out”.

Ogni serata,
sempre condotta da Erika Grillo, come di consueto a ingresso libero, ha visto
la proiezione di un lungometraggio e di cortometraggi, accompagnati da
conversazioni con registi, attori, autori, e critici cinematografici. Tra gli
altri, nelle serate di Vicoli, a Massafra sono stati: Pippo Mezzapesa,
Christian Caliandro, Cosimo Terlizzi, Emmanuele Curti, Dario Albertini,
Antonella Gaeta, Silvia Luzi, Luca Bellino. Anche in questa edizione, il
festival si è avvalso della competenza e professionalità del critico
cinematografico Massimo Causo. Anche
quest’anno molto proficua è stata la rete con Cromatismi_dialoghi sulle
periferie, nel ciclo curato da Are_lab.               

 

 “Sarebbe bello – come ha detto Madaro durante
la serata finale di Vicoli – che anche altri luoghi a Massafra si aprissero
alle iniziative culturali di rilievo. Ad esempio l’immenso atrio del Castello
di Massafra, che si affaccia sulla gravina, luogo ideale per ospitare grandi
eventi, così da coinvolgere tutta la città e anche i tanti che arrivano da
fuori città per seguire questo festival, e creare quindi un vero e proprio dialogo
attraverso la Gravina tra il Castello e la piazzetta dei Santi Medici, che in
un’ottica di crescita di Vicoli possono diventare due importanti attrattori. Inoltre,
un altro dato che mi preme sottolineare, è l’importanza di relazioni e scambi
che si innescano durante Vicoli”  

Spread the love