In vista della grande festa di piazza Libertà, che si
svolgerà a Bari la notte tra il 31 dicembre e l’1 gennaio con lo spettacolo
“Capodanno in musica” promosso dalle reti Mediaset e dal gruppo
Norba, è stata pubblicata in questi giorni l’ordinanza sindacale a tutela della
sicurezza urbana, che inasprisce l’impianto normativo rispetto ai comportamenti
che potrebbero mettere a repentaglio la pubblica sicurezza.

Nel dispositivo approvato, infatti, a partire dalle ore 13
del giorno 31 dicembre fino alle 5 del 1° gennaio 2019, su corso Vittorio
Emanuele, via Roberto da Bari – nel tratto compreso tra corso Vittorio Emanuele
e via Piccinni – piazza Chiurlia e piazza Massari, si richiamano i divieti di
somministrare e vendere per asporto, nonché detenere su area pubblica, e/o
aperta al pubblico, bevande in bottiglie e/o contenitori in vetro, lattine di
alluminio e/o bottiglie di plastica con tappo; di detenere spray urticanti (in
genere utilizzati per difesa personale) o qualsivoglia dispositivo urticante e
di compiere qualsiasi attività in contrasto con la sicurezza urbana e la
conservazione e il decoro dei suddetti luoghi.

Nella stessa fascia oraria, per gli esercenti
qualsiasi attività commerciale è altresì espressamente vietato, nell’area
individuata su corso Vittorio Emanuele II, delimitata da misure di security e
interessata direttamente dallo svolgimento dell’evento musicale, somministrare
e vendere per asporto, bevande in bottiglie o contenitori in vetro, lattine di
alluminio e/o bottiglie di plastica con tappo. Per qualsiasi soggetto è anche
vietato detenere su area pubblica e/o aperta al pubblico bevande in bottiglie
e/o contenitori in vetro, lattine di alluminio o bottiglie di plastica con
tappo, spray urticanti (in genere utilizzati per difesa personale) o
qualsivoglia dispositivo urticante e compiere qualsiasi attività in contrasto
con la sicurezza urbana e la conservazione e il decoro dei suddetti luoghi,
accedere con zaini, borsoni contenenti bottiglie e contenitori in vetro,
lattine di alluminio e/o bottiglie di plastica con tappo, spray urticanti (in
genere utilizzati per difesa personale) o qualsivoglia dispositivo urticante.

I trasgressori, fatta salva l’applicazione di ulteriori
sanzioni in caso di concorso di violazioni, saranno puniti con la sanzione
prevista dall’art. 650 del Codice penale.

A carico dei trasgressori esercenti l’attività commerciale,
l’autorità amministrativa potrà applicare la sanzione amministrativa della
sospensione dell’attività da 3 a 15 giorni consecutivi.  Infine, nell’ottica della collaborazione tra
forze di Polizia locale e con l’obiettivo di rafforzare il presidio sul
territorio, la Polizia locale metterà a disposizione della Questura un drone
che sorvolerà l’area interessata dall’evento durante il grande
spettacolo. 

Spread the love