È una donna di 36 anni,
che ha agito da sola e senza apparenti motivazioni, la responsabile
dell’incendio di 17 cassonetti della raccolta differenziata avvenuto l’altra
notte nei quartieri centrali di Bari Madonnella e Murat. Agli agenti della
Squadra Mobile e delle Volanti della polizia che l’hanno identificata grazie
alle telecamere di videosorveglianza, la donna ha confessato di essere giunta a
Bari da un paese della provincia e di avere girovagato senza meta tra le strade
del centro. Non appena si accorgeva di stazionare in luoghi appartati e non
affollati, utilizzava due accendini dando alle fiamme i rifiuti in carta e
cartone, accertandosi che effettivamente provocasse l’incendio nel bidone. Si
allontanava poi a piedi verso altre piazzole destinate al conferimento della
spazzatura differenziata. La donna, che nei giorni scorsi aveva compiuto atti
analoghi in un paese della provincia, è stata denunciata a piede libero per
danneggiamento seguito da incendio ed interruzione di pubblico servizio.
   

Spread the love