Il Senato
Accademico e il Consiglio di Amministrazione del Politecnico di Bari,
presieduti dal Rettore, il 30 e 31 luglio 2020, all’unanimità, hanno dato il
via libera al Bilancio di esercizio 2019, manifestando soddisfazione per gli
importanti risultati gestionali registrati.

Sul più
importante documento amministrativo, che fotografa annualmente la situazione
reale di funzionamento del Poliba, anche i Revisori dei Conti, lo scorso 29
luglio, avevano espresso parere favorevole.

Conti in
ordine, bilancio sano e soprattutto in attivo costituiscono gli elementi
portanti e positivi del Politecnico anche sul piano gestionale. Il conto
economico in particolare, evidenzia un utile di esercizio di circa 4 milioni di
euro.

Dallo Stato
patrimoniale si rileva, inoltre, un patrimonio netto di circa 67 milioni di
euro, comprensivo delle riserve vincolate, mentre il patrimonio immobiliare e
mobiliare ammonta a circa 134 milioni di euro.

Un traguardo
non affatto scontato, se confrontato ad altre amministrazioni universitarie. Il
Politecnico, dunque, propone un modello amministrativo-gestionale d’esempio,
che gli consentirà una più energica ed efficace programmazione per il futuro.

Anche il Fondo
di Finanziamento Ordinario evidenzia un trend in costante crescita, passando da
un’assegnazione di 37,1 mil. di euro del 2014 a 43,8 mil. di euro del 2019.

Questi lusinghieri
risultati trovano conferma negli indicatori di sostenibilità economico
finanziaria certificati dal Ministero, anch’essi in costante miglioramento negli
ultimi anni, come di seguito evidenziato nella sottostante tabella.

 

 

I predetti
indicatori hanno consentito di programmare 34 concorsi, per la maggior parte
destinati al reclutamento di nuovi ricercatori di tipo b) o per attrarre nuovi
docenti, che saranno a breve banditi, cui si aggiungono 32 ricercatori a tempo
determinato di tipo a), che sarà possibile reclutare grazie al contributo
regionale (Refin), così potendo arricchire la didattica e la ricerca con nuovi
giovani docenti.

Sarà possibile,
altresì, programmare interventi a favore degli studenti, anche attraverso
l’erogazione di borse di studio, così consentendo di mitigare le difficoltà
delle famiglie, alle prese con la crisi determinata dall’emergenza
epidemiologica, e del personale tecnico amministrativo e bibliotecario.

“Il Bilancio di
esercizio – dice il Direttore Generale, Sandro Spataro – evidenzia una solida
struttura economico-finanziaria, frutto di una gestione oculata e al tempo
stesso attenta ai bisogni della propria Comunità. Oggi – continua – il
Politecnico di Bari può proiettarsi con fiducia verso nuovi investimenti di
miglioramento delle condizioni degli studenti e della ricerca”.

“Lo studente resta
sempre al centro delle nostre attenzioni”, dice il Rettore, Francesco
Cupertino. “Con l’inizio del nuovo anno accademico miglioreremo ancor più i
servizi ai nostri studenti: intendiamo utilizzare parte degli utili di bilancio
per favorire borse di studio, finanziare progetti di didattica innovativa e
rafforzare i laboratori didattici. Ci piacerebbe che gli studenti e le loro
famiglie leggessero la nostra chiara carta d’identità
amministrativo-contabile-gestionale, quale è il bilancio di una università,
come un modello organizzativo efficiente, trasparente, capace di supportare
efficacemente il cammino di formazione di chi affida nelle nostre mani il
proprio futuro”.

Spread the love