La Puglia sarà presente nello spazio industriale “Base
Milano” a novembre con una mostra fotografica. Un viaggio tra gli eventi
dal vivo, la cultura culinaria e le testimonianze del passato che hanno
forgiato il paesaggio. L’iniziativa,
interamente sostenuta da  Pugliapromozione e dedicata alla regione Puglia,
si inscrive nel più ampio programma di promozione e valorizzazione turistica
del territorio, e considera altamente efficaci i linguaggi fotografia d’autore
per un target esigente e capace di influenzare le tendenze, anche
internazionali, sui motivi di viaggio.

 

Il Photo Vogue Festival, il festival
internazionale creato da Vogue Italia e dedicato alla fotografia contemporanea,
torna a Milano per la sua terza edizione, dal 15 al 18 novembre. 

La
rassegna, presieduta da Emanuele Farneti e diretta dalla Senior Photo
Editor Alessia Glaviano, coinvolgerà l’intera città con talk, mostre ed
eventi fotografici, anche grazie al contributo delle istituzioni culturali,
delle scuole di fotografia e soprattutto delle gallerie specializzate che
realizzeranno mostre durante i giorni del festival. 

Sarà
un’occasione unica per tutti gli appassionati di fotografia, arte e moda di
entrare in contatto con professionisti e figure chiave del settore: i grandi
maestri della fotografia, i curatori più importanti e le agenzie più
prestigiose.

 

Per il
racconto della Puglia, Vogue Italia e Pugliapromozione hanno scelto 3 fotografi
di talento tra gli utenti di PhotoVogue, la piattaforma fotografica di Vogue.it che
annovera oltre 160.000 iscritti provenienti da ogni parte del
mondo. Gli autori selezionati sono stati chiamati a realizzare servizi
fotografici capaci di mettere in luce le diverse anime del poliedrico scenario
pugliese, in un viaggio alla scoperta di paesaggi mozzafiato, eventi dal vivo
di gran pregio, e cultura culinaria. 

I focus
scelti per gli shooting sono tre, affidati a:  Elliott Verdier per il
paesaggio storico ambientale, francese, classe 1992, premiato più volte per i
suoi reportage sulla condizione umana svolti in diversi angoli del mondo; Sonia Szóstak per la cultura culinaria,
giovane fotografa polacca, nominata da Fashion Magazine come la “miglior
debuttante” nel 2011 e premiata da Le Book  per aver prodotto una
delle migliori copertine di riviste del mondo nel 2010; Timo Kerber per gli eventi dal vivo,
fotografo di moda tedesco impegnato in reportage in tutto il mondo pubblicati
in magazine come L’Officiel, ELLE Vietnam, Harper’s Bazaar Art, Wonderland,
KingKong, Vision China, Schön! Magazine, Vogue.it. 

Spread the love