I carabinieri della compagnia di Bari hanno arrestato tre
persone responsabili a vario titolo di estorsione continuata e cessione
continuata di sostanze stupefacenti con l’aggravante del metodo mafioso. Uno
degli arrestati sarebbe un affiliato del clan Parisi, organizzazione mafiosa
attiva nel quartiere Japigia.

I malviventi avrebbero picchiato e minacciato un ‘cliente’
per indurlo a pagare i debiti maturati durante la vendita di cocaina.  L’uomo, che lavora come dipendente presso
un negozio di abbigliamento del centro cittadino, spesso acquistava a suo
nome, a prezzi scontati rispetto al pubblico, prodotti firmati che poi cedeva
in cambio della droga ai propri fornitori. Inoltre, per far fronte ai
debiti per l’approvvigionamento della sostanza stupefacente, la vittima è
dovuta ricorrere anche ad un finanziamento di 12mila euro.

I provvedimenti scaturiscono da un’indagine svolta dalla
Compagnia di Bari-Centro, condotta attraverso articolate attività tecniche e
dinamiche e avviata, nell’agosto del 2018, a seguito della presentazione
di una denuncia da parte di un giovane assuntore di sostanze stupefacenti.

Spread the love