Rendere protagonisti i bambini, gli adolescenti e i loro
diritti, farne oggetto di dialogo, confronto, discussione, condivisione. Sono
queste le finalità del Villaggio dei diritti, iniziativa dell’assessorato al Welfare
del Comune di Bari per promuovere i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza,
in occasione della ricorrenza mondiale della Convenzione ONU sottoscritta il 20
novembre 1989. L’obiettivo è sostenere l’esercizio dei diritti attraverso
pratiche di condivisione, socializzazione, cittadinanza attiva e accoglienza
con l’obiettivo di costruire insieme, attraverso laboratori ludici ed
educativi, la “Carta dei diritti di bambini/e e ragazzi/e della città di Bari”.

Si inizia sabato 3 novembre alle 17:00 in piazza Ferrarese
con Mr Big! un eclettico artista di strada protagonista di uno spettacolo di
giocoleria, equilibrismo, fuoco e clownerie. A seguire, negli spazi del Fortino
Sant’Antonio, ci sarà l’inaugurazione del Villaggio dei Diritti alla presenza del
sindaco Antonio Decaro, dell’assessora al Welfare del Comune Francesca
Bottalico e di altri referenti istituzionali.

Dal 5 al 9 novembre il “Villaggio dei diritti” ospiterà tantissime
iniziative- libere aperte e gratuite- rivolte a bambini e bambine, adolescenti,
famiglie ed educatori e vedrà la partecipazione di tutti i Municipi della città
che coinvolgeranno attivamente i destinatari attraverso la valorizzazione dei
loro linguaggi e delle loro principali modalità comunicative ed espressive: attività
di formazione e informazione sul tema della violenza di genere, laboratori di
comunicazione e grafica sul tema dell’accoglienza, percorsi di riflessione
guidata sulle emozioni, letture animate ad alta voce ed in kamishibai con
storie che narrano dei diritti dei bambini e delle bambine sanciti dalla
Convenzione ONU, spazi interculturali per celebrare il diritto al gioco e
riscoprire la ricchezza della tradizione ludica dei paesi dei cinque continenti,
laboratori sui diritti attraverso attività manuali e sensoriali, mostre
fotografiche, performance, giochi e molto altro.

 “Il Villaggio dei
diritti dei bambini e delle bambine, alla sua prima edizione, rappresenta
un’importante opportunità per riflettere, a partire dalla voce dei bambini,
sulle difficoltà di assicurare a tutti i minori i diritti fondamentali per la
loro crescita sana- “ha detto l’assessora Francesca Bottalico. “Lo faremo
attraverso un programma molto ricco, itinerante in città e attraverso l’uso di
linguaggi educativi e artistici, coinvolgendo circa 2000 persone, tra bambini e
famiglie. Un evento organizzato in un momento storico e sociale complesso, in
cui diventa necessario restituirgli il diritto al gioco, alla famiglia, alla
libertà di pensiero, e aiutarli a costruire una loro coscienza critica non
condizionata dai continui messaggi di violenza, intolleranza e pregiudizio
trasmessi dagli adulti. Una settimana simbolicamente rilevante che si affianca
al lavoro quotidiano svolto dal welfare e dalle reti territoriali con oltre
10000 bambini e adolescenti nei quartieri, nelle scuole, nelle piazze e nelle
case attraverso il sostegno sociale, educativo, relazionale e materiale. Troppe
sono ancora le violenze e le povertà che attraversano il mondo dell’infanzia e
che ci impongono di  interrogarci in
maniera responsabile e che richiedono sempre più professionalità, progettualità
e competenze in grado di sostenere le famiglie, i papà, le mamme e gli adulti
più in generale per fornire loro strumenti e mezzi adeguati. La manifestazione
è coordinata dal consorzio Elpendù e dalla cooperativa sociale Progetto Città e
realizzata da un’ampia rete di organizzazioni attive sul territorio nell’ambito
dei servizi rivolti ai minori. “

La manifestazione terminerà il 19 novembre nell’Officina
degli Esordi, alla vigilia della Giornata Mondiale di diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza,
con la “Festa dei diritti” e la presentazione alla città della “Carta dei
diritti di bambini/e e ragazzi/e della città di Bari. 

Il programma dettagliato è sul sito del Comune di Bari e
sulla pagina fb Bari Social.

Spread the love