Il Palazzo dell’Acquedotto Pugliese, la storica sede di Aqp
in via Cognetti a Bari, riapre al pubblico da domani, 10 novembre, e sarà
visitabile tutti i fine settimana. L’edificio nel borgo murattiano, sede degli
uffici tecnici e amministrativi dell’ente, è sorto negli anni ’30 dello scorso
secolo a testimonianza della storica conquista dell’acqua, con
l’approvvigionamento in Irpinia ed in Basilicata e la distribuzione nella
Puglia assetata. La storia di questa impresa è raccontata dall’artista Duilio
Cambellotti attraverso una ricca galleria di dipinti murali, sculture, arredi e
altre forme decorative. Al primo piano, si possono ammirare la sala del
consiglio con gli splendidi affreschi, i salottini del presidente e del vicepresidente,
completi di tutti gli arredi fissi e mobili. Il palazzo, visitabile anche con
tour virtuale sarà aperto al pubblico solo il sabato e la domenica mattina su
prenotazione, con due turni di visite guidate (ore 10-11 e 11-12) con
prenotazioni on line disponibili sul sito aqp.it. Visitabile fino al 2 dicembre
anche la mostra fotografica “Serbatoi d’acqua”, dell’artista viennese
Ingrid Simon, ideata e realizzata da Anna Gambatesa in collaborazione con Pietro
Marino e la Galleria Misia Arte, per il Fondo Ambiente Italia nelle giornate
FAI d’autunno 2018. 

Spread the love